Thailandia – Chapter 10 Koh Chang

215b4-tafi5810

Al mare le giornate scorrono veloci tra spiagge mare e tramonti, qui a Koh Chang per chi vuole ci sono un sacco di cose da fare, basta solo pagare ed averne voglia!!!

Si può fare trekking, passeggiare con gli elefanti, volare tra gli alberi, vedere 5 isole in un giorno,
andare in kayak, ma noi dopo tanto girare ora ci si riposa, si poltrisce in spiaggia al sole o sotto una palma, si guardano gli elefanti passeggiare in riva al mare, si fa il bagno, insomma si fa vita da spiaggia. L’unica cosa che ci si concede è cambiare spiaggia tutti i giorni o fare una gita fino all’estremità meridionale dell’isola all’ex paese dei pescatori ora riconvertito a mercato turistico.

Sul vecchio molo, dove una volta sorgevano le case dei pescatori ora si affacciano i negozietti dei
souvenirs quali irriconoscibili palafitte sul mare. Ogni tanto si dirama un altro molo in legno più o meno diroccato che porta a case private bellissime o a ristoranti con terrazze sul mare dove pranzare o ancor meglio fare una romantica cena sull’acqua.

Al Chow lay seafood mangiamo dei fantastici gamberi fritti col lemongrass e il pepe verde assolutamente da provare!!
La cucina qui sull’isola non è di quelle indimenticabili, se si esclude il pesce che è sempre fresco e che ve lo potete far cucinare come più vi piace (al bbq, fritto o ancora in agrodolce)
72698-img_1996
vista dalla terrazza del Porn’s

Il resto è abbastanza nella media, evidenzio solo un paio di posti, due location davvero suggestive dove pranzare, bere una birra al tramonto o cenare: il primo è il Porn’s a Kae Bae, una struttura a palafitta sulla spiaggia davvero particolare dove il cibo è buono e ottimi sono i coconut shake, il secondo è lo Star bungalow nella parte nord di white beach questo è un piccolo bar ristorante tutto in legno abbarbicato sulla roccia ai piedi della spiaggia (come l’altro anche questo affitta degli spartani bungalow in legno) la cucina è buona (da provare il p

cf212-img_1964
il balcone dello Star

esce intero in padella col limone), ma la location è anche meglio!

Qui ho gradito molto anche i Big noodles with seafood, ma il Pad thai non è un gran che!!
La sera invece vi potrebbe capitare (se riuscite ad evitare la quantità innumerevole di go-go bar) di trovare una festa in spiaggia, magari il venerdì sera a Lonely beach, dove dopo l’immancabile spettacolo di fuochi suonano musica tecno fino a tarda notte e mentre siete in fila per ordinare un drink vi facciano un fantastico dipinto a colori fluorescenti in qualche parte del corpo!!
I giorni passano nemmeno troppo lentamente e purtroppo si fa il giorno di tornare a casa.
Per il rientro abbiamo acquistato un trasposto tutto compreso da koh Chang all’aeroporto internazionale di BKK suvarnaburi, per l’esattezza l’ultimo possibile, visto che il nostro aereo parte alle due del mattino vogliamo sfruttare il nostro ultimo giorno il più possibile!

Ci vengono a prendere alle 16:10 e ci lasciano alla “stazione dei bus” di Koh Chang dove cambiamo pulmino (in realtà è identico a quello di prima, ma c’è lo fanno cambiare lo stesso) e ripartiamo alle 17:00 direzione traghetto, l’ultimo traghetto che parte da Tha Dan Kao alle 17:30 e arriva appena

dopo il tramonto alle 18:30 a center point ferry. Ora ci aspetta un bel po’ di strada, almeno 4 ore di viaggio con qualche piccola sosta per “annaffiare i fiori”, poi eccoci di nuovo in questo enorme aeroporto ma in direzione contraria….Mancano solo due aerei e tre treni poi di nuovo a casa….

2 thoughts on “Thailandia – Chapter 10 Koh Chang

ciao, sarò felice di leggere i tuoi commenti