Baccalà al forno

Dal nostro viaggio in Portogallo di questa estate ho portato a casa la passione per il Baccalà, così ho cominciato a cercare prima un rivenditore di fiducia poi a cucinarlo, sperimentando e facendo mie un po’ di ricette che comincio a condividere con voi.

La prima ricetta deriva da un grande classico, il baccalà con le patate, ma ovviamente fatto alla mia maniera è diventato baccalà al forno, semplice, semplice e con l’aggiunta o meglio la sostituzione di un ingrediente tradizionale (che a molti sta letteralmente sullo stomaco) con uno che io ho scoperto da poco! Ho sostituito il classico spicchio d’aglio (per me indigeribile) con uno o più spicchi di aglio nero dal gusto delicato, assolutamente digeribile e dal gradevole retrogusto di liquirizia!

L’aglio nero non è una varietà particolare di aglio, ma è il frutto della fermentazione del classico aglio bianco.  Lo usano tutti i grandi chef  è ricco di proprietà incredibili (se volete saperne di più leggete qui, qui o qui) ed allora perché non usarlo anche noi e sostituirlo a quello classico nelle nostre ricette???

Ok, non è sempre facile trovarlo in commercio, anche se inizia a trovarlo in vendita nei supermercati soprattutto quelli un po’ alternativi o quelli che hanno banco del bio ben fornito, ma se non lo trovate c’è sempre l’opzione internet. Infatti in rete è possibile comprarlo in vari formati sia in spicchi che in pasta o anche sotto forma di integratori, avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Lo potete trovare su siti assolutamente affidabili quali amazon.it oppure su macrolibrarsi.it, io vi consiglio di scegliere un tipo in bulbi che derivi da coltivazione biologia come questo qui


Baccalà al forno

tempo di ammollo: da qualche ora ad una notte

tempo di preparazione: 20′

 difficoltà: facile tempo di cottura: 35′

forno ventilato


Ingredienti dosi per  2 persone

500/600 gr di Baccalà ammollato
4 o 6  patate (dipende da quanto sono grandi)
2 cucchiaini di Uvetta secca
15 Olive nere
1 rametto di Rosmarino
2 spicchi di Aglio nero (uno a testa che potete tranquillamente mangiare)
50 ml di vino bianco + 50 ml acqua
Latte qb
Acqua qb
1 scatola di polpa di pomodoro a pezzettoni
Sale poco
Pepe

Preparazione

Baccalà in ammollo 1/2 acqua metà lattePer prima cosa, qualche ora prima di preparare o  meglio ancora la sera prima, dividete in porzioni  il baccalà  e metteteli in una ciotola coperti da acqua e latte in proporzioni uguali in modo che i pezzi di baccalà continuino a perdere sale, anche nelle parti più grosse. Lasciatelo a bagno per un tempo che vada da due ore ad una notte (io rimetto in ammollo anche quello già ammollato).

Quando sarà ora di preparare il baccalà cominciate accendendo il forno ventilato  e portatelo a 180°.

Pelate le patate e tagliatele con la mandolina a fette sottili qualche millimetro, lavatele in acqua fredda risciacquandole due o tre volte, poi scolate e rivestite il fondo della teglia da forno (io uso quella in porcellana, ma andrà bene quella che avete in casa).

Aggiungete le foglie del rosmarino o se preferite un rametto, una leggera spolverata di sale e di pepe, gli spicchio d’aglio nero sbucciato, le uvette le olive nere ed infine cospargete col vino allungato con l’acqua.

baccalà al forno preparazioneScolate i pezzi di baccalà e adagiateli sul letto di patate ed aromi, poi su ogni pezzetto di baccalà mettete una cucchiaiata di polpa di pezzettoni di pomodori.

baccalà al forno preparazione

Infornate quando il forno avrà raggiunto la temperatura di 180° per 35 min sul fondo del forno, il baccalà si dovrà cuocere, ma fate attenzione a non seccarlo troppo.

baccalà al forno

Una volta sfornato gustatevi il vostro baccalà al forno e buon appetito

20 pensieri riguardo “Baccalà al forno

  1. Io so dove trovarlo, l’aglio nero 🙂 In Friuli Venezia Giulia il baccalà è tradizione, non mancava mai, era il cibo che si poteva conservare per i temoi di “magra”. Qui lo vendono secco, bagnato e salat, non ho scuse, lo devo fare. Nel blog ho qualche idea baccalosa 🙂

ciao, sarò felice di leggere i tuoi commenti