Kanazawa – Giappone

Dopo Tokyo, Takayama e Shirakawago arriviamo a Kanazawa e torniamo alla civiltà moderna, una città di media grandezza dove tutti i punti di interesse sono a portata di passeggiata a piedi o a poche fermate di bus.

Qui non c’è la metro, ma un fantastico servizio di bus, dove due in particolare, loop giallo e loop verde, sono dedicati ai turisti e toccano tutti i punti di interesse uno in una direzione e l’altro nell’altra, in un tour circolare da cui poter salire e scendere per 200 yen a volta! Quelli di linea hanno invece prezzi diversi in base a dove si sale e dove si scende, bisogna prendere un bigliettino da una macchinetta all’entrata e confrontare il numero con quello del pannello posto all’uscita dove si paga mettendo le corrispondenti monete nell’apposita scatolina a fianco all’autista. È più complicato descriverlo che farlo! La prima volta che siamo salite siamo rimaste un po’ perplesse, ma è davvero semplice se proprio non si dovesse capire torna utile il linguaggio dei gesti…. Basta far vedere all’autista il bigliettino e i soldi e lui prenderà ciò che serve!!!!

Con dei mezzi pubblici così efficienti e una bella passeggiata, in una giornata piena si possono vedere un sacco di bei posti!

Naga - Machi Kanazawa
Quartiere dei samurai (Naga – Machi)

Kanazawa ha interessanti quartieri storici da visitare e un meraviglioso giardino (Kenroku-en) con angoli dedicati ai prugni e ai ciliegi che in questa stagione regalano momenti di contemplazione non solo ai giapponesi e goduriosi profumi.

A fianco al meraviglioso giardino Kenroku-en si trova il castello di Kanazawa e il relativo giardino del quale non si può certo dire la stessa cosa! Si potrebbe anche tralasciare la visita al castello in quanto ricostruito di recente, a meno che non si sia interessati alle antiche tecniche di costruzione, qui infatti è spiegato passo passo come questo palazzo sia stato ricostruito con le stesse tecniche costruttive ad incastro delle sue origini.

Kanazawa
Castello di Kanazawa

Per un pranzo veloce a Kanazawa si può contare sul mercato di Omi – cho dove di pesce ce n’è sempre a volontà!! Io consiglio una porzione di tonno grasso (alla vista sembrerebbe salmone, ma non lo è ed è squisito) servono energie per affrontare il pomeriggio e le passeggiate nei quartieri.

Il quartiere delle geishe (Higashi Chaya) e quello più piccolo dei samurai (Naga – Machi) sono gli antichi quartieri ancora conservati con le rispettive case tipiche molto diverse tra loro. Anche se delle antiche sale da tea di Higashi Chaya ne sono rimaste poche e al loro posto oggi ci sono negozi e qualche casa museo (come Shima e Kaikaro entrambe antiche case di gheisce) la visita di questo labirintico quartiere resta incredibilmente affascinante, nonostante il flusso dei numerosi turisti soprattutto giapponesi che, diversamente da quanto si può pensare, amando vestirsi col costume tradizionale aiutano a rendere l’idea di come dovesse essere l’immagine delle strade del XIX secolo al tempo in cui le geisha lì vivevano e lì intrattenevano i ricchi mercanti.

Il quartiere dei samurai Naga – machi è meno turistico si tratta di un gruppetto di case tipiche che sono tuttora abitazioni, ma passeggiare tra le mura di recinzione di queste case “fortezza” in queste stradine è un emozione, pochi turisti qualche bicicletta che passa e sembra di tornare indietro nel tempo…
Per cena in questa città famosa per il pesce non resta che scegliere un bel posto e assaggiare un po’ di pesce da mangiare rigorosamente con le bacchette, noi abbiamo assaggiato un po’ di cose carine a Iwashgumi, dobbiamo essere rimaste simpatiche ai proprietari/cuochi perché ci hanno regalato una loro specialità in vasetto da portare a casa!!!

Un pensiero riguardo “Kanazawa – Giappone

ciao, sarò felice di leggere i tuoi commenti